Una mostra che racconta le chiuse di Leonardo

incoronataenavigliodellLa mostra “Il restauro delle chiuse di Leonardo da Vinci. L’arte del saper fare dei maestri artigiani del restauro” sarà un viaggio alla scoperta del lavoro del genio che ha ideato e disegnato i Navigli milanesi.

Il progetto delle chiuse di Leonardo consisteva nell’allacciare il Naviglio Martesana alla cerchia interna dei Navigli attraverso due chiuse, a S. Marco e all’Incoronata; in questo modo si sarebbe potuta attraversare la città via acqua e, in prospettiva, collegare l’Adda al Ticino. Da notare un’idea originale di Leonardo: il portello inferiore, manovrabile dall’Alzaia, per diminuire o aumentare la portata dell’acqua (illustrato nel Codice Atlantico).

Dell’antico sistema dei Navigli ne restano oggi visibili solo tre: il Naviglio Grande e quello Pavese, collegati dalla Darsena, e il Naviglio Martesana nel nord-est della città. Tutti gli altri Navigli vennero infatti progressivamente coperti a partire dall’Ottocento fino al colpo di grazia negli anni Trenta con la copertura totale della cerchia interna. Le operazioni  di restauro sono iniziate con la rimozione delle quattro chiuse Leonardesche (dell’Incoronata e del tombone di San Marco) e trasportate  in due strutture individuate per effettuare i lavori in programma, Cantù per le chiuse “piccole” Nova Milanese per le chiuse “grandi”.

« Torna alla pagina precedente