Apre il Village e va in scena la mostra collettiva di fotografie urbane

Presentazione standard di PowerPointIl titolo è già un invito alla scoperta e allo studio di una città, come Milano, che continua a cambiare. Trame Urbane. Il riuso di spazi di ieri nella Milano di oggi: appunti  è la mostra che il Circolo Fotografico Milanese presenta dal 30 aprile fino al 6 maggio all’Italian Makers Village.

Incentrata sul tema del riuso che si focalizza su spazi riconvertiti con funzioni sociali e culturali che rappresentano sia punti di riferimento per la produzione artistica e la tutela della creatività, sia luoghi di incontro e partecipazione che instaurano legami con l’intorno. Le 72 opere esposte sono il risultato di una indagine fotografica condotta tra Gennaio e Marzo 2013, da soli o in gruppo, e prova a fissare, in una istantanea, una città in movimento. Si tratta di appunti per immagini che intenzionalmente non hanno la pretesa di raccontare la complessità della geografia milanese, ma sono occasioni per scoprire un passato non troppo lontano, se pur ancora visibile e stimoli per nuove esplorazioni urbane. Chi sa leggere il paesaggio costruito, può riconoscere segni tangibili di questo processo di trasformazione, nelle periferie così come nel centro della città, dove spazi fino a ieri inutilizzati o dismessi si sono adattati ai bisogni della Milano di oggi. Si tratta di fabbriche, edifici pubblici, cascine, quindi luoghi nati con una destinazione d’uso specifica, che ne ha caratterizzato l’architettura e il significato. La loro funzione è stata rivoluzionata da progetti di riconversione produttiva e rigenerazione urbana, pianificati dalle istituzioni e tradotti da architetti oppure, al contrario, attraverso forme spontanee di resistenza, l’auto-recupero di palazzi abbandonati e iniziative di mobilitazione cittadina.

Il Circolo Fotografico Milanese è stato fondato nel 1930 come derivazione del Circolo Fotografico Lombardo, costituitosi a sua volta a Milano del 1889. Tra i fondatori si annoveravano fotografi del calibro di Secco d’Aragona, Sommariva, Stefani, Ornano, Leiss, Vender e Cavalli. A metà degli anni 60 nell’ambito del CFM convogliarono gruppi autonomi quali il Gruppo 66 diretto da Ernesto Fantozzi, che propose una serie di opere di documentazione della città e il Gruppo Pirelli con il prestigioso apporto di Sergio Magni, Umberto de Carli ed Emilio Secondi. Il CFM è l’unico fotoclub a contare quattro maestri della fotografia (Piero Donzelli, Mario Cattaneo, Boris Gradnik ed Ernesto Fantozzi). Attualmente il CFM si riunisce presso la sede del CRAL di via Bezzecca 24, dove oltre a serate di approfondimento sulla fotografia, vengono organizzati corsi di tecnica fotografica e fotoreportage. Dal 2013 il CFM pubblica la sua rivista di fotografia e cultura fotografica dal titolo Il Milanese.

www.milanofotografia.it

Dal 30 aprile al 6 maggio 2015
orario 11.00 – 24.00
Ingresso gratuito

« Torna alla pagina precedente